Collezione pronta e brand nella testa? Consigli su come avviare la tua startup nella moda.

Articolo scritto da:
Corrado Manenti
Aiutaci a far girare la voce!
Condividi questo articolo:

Fashion Start-Up da sogno nel cassetto a progetto

Collezione pronta e Brand nella testa? Consigli su come avviare la tua Startup.

Arriva un punto nella vita di ogni ogni creativo o designer dove si decide di mettersi in gioco.

Poco importa se avviene subito dopo aver finito la scuola di moda o l’accademia o dopo una vita (lavorativa) intera passata a disegnare e progettare abiti per altri. Arriva un momento dove ci si trova davanti ad un bivio e ci si pone delle domande: “Ha senso creare qualcosa di mio?” “c’è già troppa concorrenza?” “Meglio continuare a fare quello che sto facendo senza stravolgere la mia vita..oppure no?

Ci sono vari livelli a cui si può vivere la moda e farne parte, creare per la prima volta qualcosa di proprio è di sicuro quello che ci avvicina di più a “vivere il sogno” non tanto come utilizzatore o compratore di un capo ma come creatori. Per questo è importantissimo darsi del tempo per passare dalla mentalità di “tecnico” [ ad esempio sei un sarto o una modellista e hai sempre fatto quello] ad una mentalità imprenditoriale.

Certo a tutti piacerebbe fare solo il direttore creativo del nostro brand occupandoci solo dell’estetica e del design delle nostre proposte mentre magicamente qualcun altro le vende e le distribuisce al posto nostro. Purtoppo questa prospettiva sarebbe ingannevole e poco realistico.

Penso che ormai, nel 2021, sia ben chiaro a tutti che far Moda professionalmente non significa soltanto creare la collezione, ma vuol dire curare l’aspetto complessivo di un processo che parte dalla progettazione ed arriva alla distribuzione.

Per questo una volta definita l’idea di prodotto bisogna necessariamente pensare al contenitore “il brand” e al modo in cui raggiungeremo il nostro mercato.

In questo articolo ho provato a racchiudere spunti e consigli per chi vuole creare un proprio brand o una propria collezione.

- Collezione pronta e brand nella testa? Consigli su come avviare la tua startup nella moda. - 1

‘‘ Noi siamo frutto dei nostri sogni, e la differenza tra sogno e realtà è dettato solo dal lavoro ’’

LE SEI I PER TRASFORMARE LA TUA IDEA IN UN PROGETTO:

Ho voluto identificare alcuni punti fondamentali che devono guidarti in nel momento in cui decidi (o pensi) a creare qualcosa di tuo.

1) INITIATIVE: Quando prendere l’iniziativa?

Quand’è il momento giusto per partire e trasformare la nostra idee in un qualcosa di concreto? Su questo non c’è davvero un giusto o uno sbagliato, quando ci si sente pronti bisogna lanciarsi e crederci molto perchè sarà un viaggio in salita con tante difficoltà ma che ti porterà ad avere anche tante soddisfazioni.

Dal momento in cui decidi di partire tieni conto che ti serviranno minimo 6 mesi fino ad un anno per avere tutto pronto per un lancio. Non si tratta solo di realizzare dei vestiti ma di costruire un piccolo ecosistema dove “ambientare i nostri prodotti” e farli incontrare con i nostri potenziali clienti.

Se non ci prendiamo il giusto tempo per progettare il percorso del nostro cliente che parte dalla scoperta che esistiamo al momento in cui acquista rischiamo di progettare cose che nessuno desidera o che nessuno è disposto a comprare. Per questo tieni in mente che per iniziare serve tempo da 6 mesi ad un anno.

2) IDEA: Che cosa vogliamo realizzare?

Senza un’idea non saremmo dei creatori ed è un idea che ti porta qui a leggere questo articolo in questo preciso momento, probabilmente ne abbiamo più di una e per questo dobbiamo prenderci tempo per scegliere con cura.

La maggior parte delle persone che incontro tra studenti e clienti arrivano da me la prima volta con un’idea di prodotto. Il prodotto in se è ininfluente se non pensiamo al contesto che gli sta intorno. Qual’è la differenza tra abbigliamento e moda? Tra un vestito da centinaia di euro e uno da poche decine? Il prodotto? La qualità?

Sono tutte cose soggettive che derivano dalla nostra esperienza soggettiva. Quello che determina il valore o meglio la nostra percezione di valore è appunto il contesto.

Il contesto su cui possiamo lavorare e iniziare a costruire è proprio il nostro “contenitore” il nostro brand. Il secondo contesto è il nostro pubblico e il nostro mercato di riferimento perché per vendere qualcosa dobbiamo entrare in relazione con i nostri clienti e con le loro aspettative. Per questo la nostra idea deve inserirsi in un contesto preciso.

3) INTELLIGENCE: Chi saranno i nostri clienti? Quale sarà il nostro mercato?

Una volta che abbiamo identificato la nostra idea dobbiamo approfondire chi potrebbero essere i nostri futuri clienti. Non possiamo infatti procedere con realizzare qualcosa senza aver prima capito per chi sarà la nostra proposta e per chi invece no. Non esistono brand che vanno bene per tutti, a noi interessa scoprire quali potrebbero essere i nostri “early adopters” ovvero i nostri primi clienti, che potrebbero subito venir incuriositi da quello che facciamo.

Per creare prodotti che piacciano e sopratutto che vendano dobbiamo fare di tutto per andare incontro alle aspettative dei nostri potenziali acquirenti. Tutta la fase di creazione di una collezione terrà conto di queste esigenze specifiche per usare ad esempio materiali specifici (pensiamo ad esempio a tessuti pregiati e fibre nobili rispetto a tessuti rigenerati e riciclati) e una modellistica specifica.

Ricordiamoci sempre che per iniziare senza rischiare di fare “il passo più lungo della gamba” dobbiamo partire in piccolo. Per questo ogni nostra scelta di design deve essere ponderata su base strategica. Prenditi tempo per analizzare il tuo mercato di riferimento e i tuoi futuri clienti.

Vedi cosa indossano, quali brand prediligono, quanto e quando su una linea temporale sono disposti a spendere, dove acquistano, quali sono i “temi caldi” che li appassionano e li coinvolgono a livello sociale.

Essere in grado di profilare il tuo potenziale cliente ti sarà di grandissimo aiuto quando poi dovrai ideare delle campagne pubblicitaria, scegliere quali social media presidiare e per regolare il tuo tono comunicativo ogni volta che ti troverai a parlare con loro con il tuo brand.

 

4) INVESTMENT: Quanto costa iniziare?

Devi valutare onestamente quanto puoi investire per iniziare e quanto potrai investire nel tempo a partire dal lancio fino a che rientrerai nei costi con le prime vendite. Si può partire con quasi ogni budget ovviamente meno budget hai meno cose dovrai realizzare e magari fare più varianti. Un progetto di collezione parte dai 3000€ a i 15000€ a cui bisogna aggiungere un budget annuale per le campagne su internet o per sviluppare dei canali distributivi.

Creare una collezione è solo una voce di costo ad esempio se tu hai 10000€ di budget per cominciare la cosa più saggia da fare sarebbe quella di utilizzare 4000€ per lo sviluppo della collezione e 6000€ per la creazione del tuo sistema di marketing, shooting fotografici e tutte le altre attività che ti servono per raggiungere il mercato.

Ricordati che non si diventa famosi con una sola uscita quindi meglio suddividere il budget pianificando da subito due o più uscite, la creazione di un brand richiede tempo e denaro

 

5) ITEMS : I nostri prodotti

Quanto sarà estesa la tua collezione e quali elementi andranno a comporla è direttamente proporzionale a quanto avrai investito, ogni tuo capo deve rappresentare lo spirito del tuo brand e avere tanti dettagli che ti portino nel tempo a sviluppare un tuo codice stilistico che possa diventare iconico.

Ogni capo deve stare bene ed essere armonico con gli altri della tua collezione ma allo stesso tempo avere senso anche da solo. Pensiamo sempre di trovarci all’interno di un negozio con altri marchi e di vedere il nostro capo appeso: “è riconoscibile?” “si differenzia dagli altri?

 

6) INDUSTRY: Come Iniziare a fare impresa?

Molte volte si sottovaluta “aprire un negozio online” “provare a vendere” ma quello che è certo che serve una visione più ampia. Dobbiamo mettere le basi per creare una vera e propria impresa e iniziare a mettere tutte le idee gli investimenti e le spese su un piano più grande! Per questo se già non abbiamo una nostra attività dobbiamo valutare che regime fiscale adottare e confrontarci con il commercialista. A questo proposito ti consiglio questo articolo : Start-up Quale Regime Fiscale Scegliere

 

Hai in mente un progetto e vuoi parlarne con me? Prenota subito 15 minuti di consulenza gratuita

cliccando sul pulsante qui sotto:

0 0 votes
Punteggio articolo
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
it_ITItalian

Scopri il mio nuovo corso in Aula a Milano:

24-25 novembre e il 6-7 dicembre

Be A Desinger

Be A Desinger

Solitamente risponde entro 5 minuti

I will be back soon

Be A Desinger
👋 Ciao e Benvenuto!
Hai qualche domanda che desideri farmi?
WhatsApp